Cancelliamo i dati indesiderati +39.06.39754846 cyberlex.net

Cancellare notizie dai motori di ricerca sul web

Nella vita di un utente di un motore di ricerca può capitare di trovare, tra le svariate informazioni presenti online, anche informazioni personali risalenti a tanto tempo fa e che vorrebbe non fossero più reperibili tramite il motore di ricerca. Se anche tu hai trovato online qualcosa che mette a rischio la tua privacy e la tua reputazione e vuoi sapere come cancellare notizie dai motori di ricerca sul web, continua a leggere questo articolo e questa guida ti aiuterà a farlo e ad essere più informato sull’argomento.

 

Deindicizzazione di notizie dal motore di ricerca

Prima ancora di spiegare questo procedimento, è bene precisare inizialmente che è possibile richiedere la rimozione di un contenuto online, in questo caso una notizia che ci riguarda, tramite la deindicizzazione GDPR. Ma cos’è la deindicizzazione gdpr e come funziona?

Facciamo un passo indietro e spieghiamo prima cosa vuol dire il termine “indicizzazione”: tutte le pagine pubblicate da siti internet vengono individuate dagli spider dei motori di ricerca e vengono indicizzate, ovvero messe in ordine secondo alcuni criteri all’interno della pagina dei risultati di una ricerca, in modo da essere più facilmente trovati e visibili durante la ricerca di un utente. Per fare in modo che una notizia sul nostro conto scompaia dal motore di ricerca, quindi, il primo passo che possiamo compiere è la sua deindicizzazione.

Per eseguire ciò, Google come qualsiasi altro motore di ricerca ha messo a disposizione un modulo online per inviare tale richiesta e farla valutare ed in caso approvare da un team specializzato a Dublino. Qualora non fossero trovate irregolarità nella richiesta, essa sarà accettata e si otterrà l’eliminazione della notizia dal motore di ricerca

 

Cosa fare dopo la richiesta di deindicizzazione della notizia

Ovviamente, non basterà fare solo ciò per far sparire completamente la notizia personale dal web, ma ci si dovrà assicurare innanzitutto che anche agli altri motori di ricerca sia effettuata la stessa richiesta di deindicizzazione, oltre a richiedere ai webmaster stessi di eliminare tali contenuti dai loro siti, altrimenti le notizie rimangono comunque raggiungibili in altri modi diversi dal motore di ricerca. 

Il browser, infatti, non è responsabile di tutte le notizie presenti sulla rete, ma solo di quelle che linka ai suoi utenti.

Non solo: nel caso in cui anche l’autore di tali notizie si rifiuti di rimuoverle dal suo sito, possiamo chiedere comunque di rimodulare o aggiornare tali notizie nel caso in cui fossero parzialmente false, inesatte o espresse in modo non appropriato.

Prima di procedere con la richiesta di rimozione delle notizie, infatti, dobbiamo sempre ricordare l’esistenza di altri diritti digitali, quali il diritto all’informazione, di cui un sito si può avvalere per spiegare come mai non voglia rimuovere o modificare alcune notizie ritenute da lui valide, oppure il diritto alla cronaca, secondo cui vuole dare pieno valore alla sua libertà di espressione e continuare a raccontare gli eventi di rilevanza pubblica. 

 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: