Come indicare le URL per fare una segnalazione a Google immagini

Preliminarmente è utile chiarire come il diritto all’oblio, a seguito della Sentenza Costeja del 2014 sia entrato a far parte dei diritti fondamentali dell’uomo. Per ripercorrere l’origine e lo sviluppo del diritto all’oblio: questo viene introdotto nel nostro ordinamento dall’art. 17 del Regolamento (UE) nr. 679/2016 sulla protezione dei dati personali, o anche meglio conosciuto come GDPR. Si stabilisce come un soggetto che abbia subito un pregiudizio a seguito della diffusione di notizie obsolete o non corrette, possa adire all’Autorità Garante oppure direttamente a Google per chiedere la rimozione o la deindicizzazione delle notizie. Un soggetto può richiedere la cancellazione ad esempio del proprio nome da Google nel caso in cui i propri dati personali non sono più necessari rispetto alle finalità per i quali sono stati raccolti o trattati o quando si sia revocato il consenso al trattamento o quando ancora i dati siano stati raccolti in maniera illecita, dunque laddove le informazioni personali non siano più connesse ad un determinato fatto storico devono essere cancellate.

La nuova tecnologia ed il reperimento delle informazioni in rete

La tecnologia, ha comportato importanti cambiamenti per questo il reperimento di informazioni su chiunque oggi risulta essere davvero facile e sopratutto immediato passando per internet. Diventa così necessario tutelare i soggetti dagli abusi che possono essere effettuati attraverso la diffusione illecita di materiale non consono sul web, per fare un esempio: Google Immagini, che è la più grande piattaforma di immagini presente sul web in associazione a nomi etc.

Come recuperare le URL per segnalare le immagini pregiudizievoli

Al fine di recuperare la URL di una immagine su google è necessario seguire i seguenti passaggi: 

-in primo luogo, è necessario aprire il seguente link: images.google.com, che ci porterà direttamente sulla pagina di ricerca di Google Immagini;

-bisognerà, poi, cercare l’immagine interessata e, una volta individuata, premere sulla stessa;

-nel riquadro a destra, bisogna cliccare sulla voce “altro”, che solitamente è connotata dai tre puntini verticali ed una freccia verso destra, e quindi su “condividi”;

– apparirà il link, che non è altro che la URL dell’immagine, ora, dobbiamo solo copiare il link apparso e premere sulla URL.

A questo punto, una volta aver copiato le URL che interessano per effettuare la segnalazione, sarà necessario, al fine di inoltrare la richiesta di rimozione al browser, che quell’URL venga copiato. I dispositivi di ultima generazione di solito copiano automaticamente tutto ciò negli appunti, ma, se questo passaggio non risulta automatico automatico basterà copiare il link su un foglio di lavoro word e successivamente copiarlo nella richiesta da inoltrare a Google.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: