Cancelliamo i dati indesiderati +39.06.39754846 cyberlex.net

Richiesta deindicizzazione Google

Vuoi effettuare una richiesta deindicizzazione Google ma non sai come fare e quando puoi ricorrere a questo procedimento? Bene, sei giunto al posto giusto nel momento giusto: vediamolo insieme.

Che cosa si intende esattamente per deindicizzazione gdpr e perché è chiamata così? Per deindicizzazione gdpr si intende una specifica forma di diritto legale per tutelare la reputazione online di un individuo, applicabile ai sensi dell’art.17 del GDPR, approvato dal Parlamento Europeo il 27 aprile 2016.

 

Diritto alla deindicizzazione prima e dopo Internet

Tale diritto di deindicizzazione può essere esercitato qualora una persona volesse rimuovere dalla pagina di risultati di ricerca Google dei dati personali, così da renderli invisibili e non più reperibili per gli utenti Google di tutto il territorio europeo.

Ma cosa si intendeva per diritto alla deindicizzazione prima dell’avvento di Internet? Ebbene sì, questo diritto esisteva già prima del web, ma con un’altra accezione; esso infatti si riferiva al diritto di un individuo di non essere ricollegabile ad un fatto di cronaca attraverso i propri dati personali, il che era possibile solo dopo molti anni dal fatto accaduto.

Dall’avvento del web e dall’affermazione dell’era digitale, invece, con il termine deindicizzazione si intende lo stesso diritto ma trasferito nel mondo di internet, ovvero il diritto di una persona di far rimuovere dalla rete ogni dato personale che possa riguardarlo e ledere la sua reputazione online. Questo nuovo diritto è stato sancito con questa nuova accezione a partire dall’emanazione dell’art.17 del GDPR, approvato esattamente nell’aprile del 2016 ed entrato in vigore ufficialmente il 25 maggio 2018. 

 

Quando inviare una richiesta di deindicizzazione a Google

L’applicazione del diritto all’oblio non è sempre facilmente attuabile, quindi è importante sapere quando poter inviare una richiesta di deindicizzazione a Google. Ciò può essere fatto quando i dati che si intendono rimuovere dal motore di ricerca sono non più attuali, non pertinenti, inadeguati, imprecisi o obsoleti. O ancora, i dati andranno rimossi solo nel caso in cui fosse avvenuto un trattamento non lecito dei suddetti dati, se i dati dovessero essere rimossi per un obbligo giuridico, 

Un utente quindi non può richiedere la deindicizzazione delle proprie informazioni personali da Google solo perché queste lo riguardano, se il consenso al trattamento di tali venisse revocato, se essi non fossero più necessari per il motivo per cui erano stati inizialmente raccolti e se ci si opponesse in generale al trattamento dei dati ai sensi dell’articolo 21

 

Quando Google si rifiuta di deindicizzare contenuti personali

Chi è in possesso di tali dati personali, in questo caso Google, può tuttavia respingere una richiesta di deindicizzazione e può quindi rifutarsi di eliminarli dalla sua pagina di risultati di ricerca. Ciò avviene nel caso in cui si debba adempiere ad obblighi giuridici che includono il trattamento di tali personali, se tali dati personali sono necessari ad una qualche archiviazione per fini scientifici, storici o statistici, se essi fossero necessari per l’accertamento, l’esecuzione o la difesa di un diritto in sede giudiziaria o se dovesse essere assicurato con tali dati personali l’esercizio del diritto di libertà di espressione o di informazione. 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: