Rimozione di Contenuti Personali da Google

I modi per richiedere il diritto all’oblio su Google sono diversi e possono cambiare in base alla categorie di appartenenza. Fortunatamente, Google dà la possibilità ai suoi utenti di richiedere la rimozione di informazioni da molti dei servizi offerti, come Google Immagini, Annunci o Drive e Documenti. Naturalmente, tra le categorie in cui è possibile richiedere di rimuovere un contenuto sensibile, non può mancare Google Immagini. Purtroppo, il motore di ricerca non può rimuovere l’immagine dal sito, ma può comunque deindicizzarla. Per problemi legali, si consiglia sempre di rivolgersi a un avvocato. Possono essere rimossi anche gli Annunci Google? Prima di tutto, Google vi chiederà dove avete visto l’annuncio: nei risultati di ricerca, shopping ad o altrove. Il motore di ricerca interviene per violazione del copyright, circonvenzione o contraffazione.

Diritto all’Oblio: Come Funziona

C’è una legge che regola il diritto all’oblio e a cui è possibile appellarsi? Il 13 maggio del 2014, la Corte di Giustizia Europea interviene ufficialmente in materia di diritto all’oblio, parlando appunto di interesse pubblico. Il punto di riferimento legislativo, poi, è il Regolamento UE 2016 679.Tutte le notizie che sono definite “non adeguate, irrilevanti o non più rilevanti” possono essere rimosse dai motori di ricerca. Tuttavia, permangono sul sito: è il motivo per cui talvolta i webmaster di un sito con contenuto rimosso possono appellarsi alla decisione di Google, per la deindicizzazione. Richiedere la tutela legale in materia di diritto all’oblio è possibile: al giorno d’oggi sono molti gli avvocati che si occupano dei casi specifici e tutelano la privacy dei propri clienti. Ogni cittadino dell’UE può richiedere la rimozione di contenuti digitali non pertinenti o diffamatori, in autonomia o con l’assistenza di un avvocato.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: