Servizi legali online: si possono acquistare online?

Nell’ultimo decennio la crescente digitalizzazione della vita ha comportato molti ed importanti cambiamenti sia a livello sociale che giuridico, livelli che spesso risultano in commistione tra loro. Un effetto pratico dell’evento che qui si descrive è quello conseguente alla c.d. digitalizzazione delle interazioni sociali, da intendersi come fenomeno in cui le interazioni comuni vengono trasferite dal piano reale a quello virtuale.

Un fenomeno molto recente in Italia è quello dei servizi legali online. In primo luogo è bene chiarire come grazie all’era digitale, molti dei servizi che prima dovevano eseguirsi per forza di persona, sono stati del tutto digitalizzati. Ad esempio fare la spesa, ora grazie all’e-commerce, è possibile acquistare i più disparati prodotti comodamente seduti a casa sul divano. 

Tutto questo proprio attraverso l’aiuto di strumenti digitali quali piattaforme on line o procedure digitalizzate.

Il mondo digitale anche per i servizi legali

In questo caso si parla di marketplace – B2C o B2B, che sostanzialmente hanno la funzione di proporre l’incontro della domanda e offerta di servizi legali in modo veloce ed innovativa, superando le barriere fisiche.

Come fare per avere uno studio legale digitale?

Il mercato legale da qualche anno a questa parte è stato caratterizzato da una grande conflittualità, a causa della forte concorrenza tra i vari operatori. Tuttavia, anche se si potrebbe avere una digitalizzazione in questo campo, ora il codice deontologico non permette ancora la completa digitalizzazione del rapporto tra avvocato e cliente. Ma cerchiamo di capire come poter abbattere queste barriere.

Alcune piattaforme per digital lawyer

Alcune piattaforme sono davvero innovative come 4clegal, unbuonavvocato.it, etc. che hanno proprio la funzione di accorciare le distanze tra avvocato e cliente. Nello specifico si possono riassumere le funzioni delle piattaforme su menzionate in pochi semplici parametri:

-queste mirano a dare una visibilità maggiore ai legali, soprattutto quando sono giovani, ed infatti mirano alla creazione di occasioni per accrescere la propria cerchia di clienti;

-ancora, tendono a tranquillizzare l’assistito rispetto al compenso, facendo in qualche modo garanti anche della qualità professionale tramite un sistema di rating basato sui feedback.

L’avvento di questi innovative metodologie consulta le attuali regole deontologiche collegate alla proporzionalità del compenso nonché modello di pubblicità, al divieto di ricerca dei clienti.

Digital Lawyer in USA

Questo tipo di metodi per gli avvocati in USA è molto in voga, tanto che addirittura negli Stati Uniti, il mercato legal è divenuto sempre più libero ed elastico. Tuttavia, l’avvento di piattaforme come LegalZoom, Avvo, Rocket Lawyer, ha causato non pochi dibattiti, anche nell’associazione degli avvocati la quale ha invitato i CEO delle piattaforme summenzionate per poter parlare della questione. 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: