Come eliminare foto da Google

Il motore di ricerca “Google Immagini” consente di visualizzare un insieme di tutte le foto contenute in siti web, sui social media o sugli articoli di giornale, basandosi su quello che gli abbiamo chiesto di mostrarci; un esempio è quello di scrivere nella barra delle ricerche Google “auto rossa”, dato questo input il motore di ricerca ci mostrerà milioni di risultati reperiti da più fonti di auto di colore rosso. È bene chiarire che in ogni caso Google non è in nessun modo proprietario dei siti che raggiunge con il suo motore di ricerca, per questo se si ha intenzione di eliminare una foto da Google la prima cosa cui si deve pensare è quella di conoscere il vero proprietario o gestore del sito web, anche detto web master, che, di fatto, è colui che ha il controllo della pagina che ospita quel determinato contenuto. Google può fornirci, in seguito ad una richiesta di rimozioni di immagini, delle informazioni utili aiutandoci a capire chi è il proprietario del sito e consigliandoci di contattare il Web Master della pagina a cui indirizzare la richiesta di cancellazione.

Come posso eliminare una foto dal motore di ricerca Google

Affinché possa essere cancellata una foto da Google è necessario che sia rimosso l’URL dal motore di ricerca e quindi è bene seguire la procedura guidata di rimozione dai Risultati di Ricerca. Durante questa fase è necessario essere guidati dal WebMaster per individuare l’URL da rimuovere. La politica di Google è molto severa in termini di rimozione dei contenuti poiché quando chiediamo al Browser di rimuovere un contenuto, sia per violazione di copyright, o perché vi sono contenuti espliciti, illeciti, per terrorismo ovvero altri motivi legali, chiediamo in effetti di rimuovere l’URL dalle query di ricerca, oppure di “oscurare” lo stesso. Ebbene, questo procedimento prende il nome di deindicizzazione, e viene compiuto sulle URL delle immagini che andiamo a segnalare. La deindicizzazione, qui brevemente, consegue il medesimo effetto pratico della cancellazione con la sola differenza che quest’ultima eliminerà in modo definito il risultato, mentre invece la deindicizzazione dei contenuti li oscurerà semplicemente non facendoli, però, più comparire nelle query di ricerca. La richiesta di rimozione immagini da Google può essere effettuata trasmettendo a Google una documentazione legale, con l’assistenza di un Avvocato, oppure attraverso la compilazione di un apposito modulo di segnalazione. La raccomandazione di Google, non essendo lui stesso proprietario dei contenuti ivi raccolti, è sempre quella, in ogni caso, di contattare in via preliminare il WebMaster del sito di riferimento in quanto resta quest’ultimo il proprietario del sito che ospita la foto da rimuovere. Una volta che il WebMaster avrà cancellato la foto dalla pagina, di cui è proprietario, Google potrà effettuare poi la rimozione della stessa.

Quando la foto viene canalizzata da un social network

Non è infrequente che alla ricerca di un nome ed un cognome, ad esempio Mario Rossi, oltre a comparire nelle ricerche Google i dati e le informazioni connesse compaiano anche foto, magari canalizzate proprio dal social network; la ipotesi appena descritta presuppone che sia la stessa persona interessata ad aver diffuso la fotografia. Dunque, per quanto attiene invece alle foto messe in rete attraverso i social network, si rilevano i principali: Facebook, Twitter o Google Plus, sono questi ultimi a consentire direttamente agli Utenti di procedere alla segnalazione di foto inappropriate. Ad esempio su Google Plus possono essere cancellate foto inappropriate accedendo con il proprio account di posta elettronica Gmail e nella sezione “area riservata” possono essere gestiti i contenuti. Bisogna fare attenzione! L’eliminazione della foto o del contenuto inappropriato dai propri profili social non comporta l’automatica cancellazione della stessa dal motore di ricerca Google. Infatti l’utente è tenuto a seguire comunque la procedura di cui sopra per la rimozione della foto pubblicata.  Anche se vi sono dei rimedi alla diffusione delle immagini, è sempre bene pensare prima di pubblicare qualcosa a cosa si sta facendo, una foto che ci ritrae in atteggiamenti sconvenienti, anche se deindicizzata da Google potrebbe in ogni caso essere reperita tanto da ledere la nostra reputazione online.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: