Diritto all’Oblio: Come Fare

Google non è solo un motore di ricerca, ma è un vero e proprio impero. La sua importanza è mondiale, dal momento in cui viene utilizzato giornalmente da milioni di persone. Si effettuano mediamente 3,5 miliardi di ricerche al giorno. Se il tuo nome e cognome sono indicizzati su Google tramite delle pagine, notizie, contenuti obsoleti, link negativi o lesivi, il motore di ricerca le rimanderà agli utenti. Cosa fare? Il diritto all’oblio è un concetto importantissimo al giorno d’oggi, per eliminare notizie dal web, cancellare contenuti obsoleti, sparire dal web e proteggere la reputazione personale online. Approfondendo il significato di diritto all’oblio, possiamo comprendere perché i nostri dati possono essere protetti sul web. Non solo, perché abbiamo anche la facoltà di richiedere la rimozione di contenuti dai motori di ricerca. Ecco cosa si intende: “L’interessato ha il diritto di ottenere dal titolare del trattamento la cancellazione dei dati personali che lo riguardano senza ingiustificato ritardo e il titolare del trattamento ha l’obbligo di cancellare senza ingiustificato ritardo i dati personali”. 

Deindicizzazione e Diritto all’Oblio

Il processo di deindicizzazione non consiste nell’eliminazione del contenuto o della notizia sul sito web ospitante, bensì la fa sparire dal web, ovvero dai motori di ricerca. Quest’ultimo “Consente un’operazione sostanzialmente differente dalla rimozione/cancellazione di un contenuto: non lo elimina, ma lo rende non direttamente accessibile tramite motori di ricerca esterni all’archivio in cui quel contenuto si trova”. Sostanzialmente, è il diritto a venire dimenticati, ed è fondamentale da usare nel caso in cui si voglia monitorare la web reputation. Tutti possono accedere a questo diritto, perché ormai è fondamentale e universale. Se hai trovato dei contenuti lesivi o diffamanti sul web, ti può essere utile scoprire il modulo per il diritto all’oblio e lo strumento Rimozione Informazioni da Google.

Modulo per il Diritto all’Oblio

Cos’è e come funziona il modulo per il diritto all’oblio? Come si compila? Per esempio, nello strumento di Rimozione Informazioni da Google, è possibile inserire l’URL da rimuovere, la parola chiave o query di ricerca e inoltre la motivazione, che è fondamentale per accogliere o meno la richiesta. Tra gli strumenti più utili messi a disposizione dal web, troviamo Rimozione Informazioni di Google, che sostanzialmente permette di eliminare notizie dal web, cancellare contenuti obsoleti e tanto altro. Il modulo si può riempire da soli in totale autonomia o eventualmente con l’assistenza di un legale. Dovrai inserire tuttavia l’URL della pagina da deindicizzare ed eliminare dal motore di ricerca, i tuoi dati personali, la query o parola chiave e infine la motivazione per cui ti stai appellando al diritto all’oblio. Successivamente, Google valuterà la richiesta: potrà accoglierla o rigettarla.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: