Come fare reclamo e risolvere le controversie su Amazon

Amazon ormai azienda leader dell’E-commerce nel mondo è stata fondata da Jeff Bezos, e fu tra le prime grandi imprese sul web simbolo della bolla alla fine degli anni novanta. Per completezza espositiva, Amazon possiede tra i suoi prodotti: Alexa Internet, A9.com, Internet Movie Database (IMDb), Twitch.tv, ComiXology e Goodreads. Acquistare su Amazon è molto facile, basta semplicemente creare un account ed aggiungere un metodo di pagamento e procedere con gli acquisti. È possibile nel caso in cui non fossimo soddisfatti del prodotto o del servizio Amazon inviare un reclamo, vediamo insieme come fare.

Quando posso inviare un reclamo ad Amazon

In primo luogo capiamo quando possiamo inoltrare un reclamo ad Amazon. Ebbene. È possibile reclamare nei casi in cui si verifichino tutte le seguenti condizioni: 

-abbiamo contattato contattato il venditore tramite l’opzione “Il mio account”.

-abbiamo concesso 2 giorni lavorativi al venditore per rispondere.

La nostra richiesta di reclamo rispetta le condizioni che elencheremo di seguito.

Innanzi tutto il venditore non ha consegnato l’ordine entro 3 giorni di calendario successivi alla data prevista, o nel caso entro 30 giorni dalla data in cui è stato effettuato l’ordine. Ancora, possiamo inviare un reclamo laddove l’articolo che abbiamo ricevuto sia danneggiato, difettoso ovvero non conforme alla descrizione presente su Amazon. Ancora è possibile reclamare allorquando avessimo cambiato idea e, dunque, deciso di restituire un articolo pur essendo in linea con le nostre politiche di reso, tuttavia non si è ancora ricevuto il rimborso, o anche quando l’ammontare del rimborso era sbagliato. In questi casi dovrai sarà necessario:

– contattare il venditore entro 30 giorni dalla data di consegna per richiedere il reso, o nel caso di acquisti natalizi il termine sarà protratto;

-spedire l’articolo entro 14 giorni da quando hai organizzato il reso con il venditore. 

Potremmo richiedere un reclamo, ancora laddove avessimo acquistato un prodotto da un venditore internazionale e lo stesso non ha fornito un indirizzo in Italia al quale restituire i prodotti oppure non ci ha dato un’etichetta prepagata al fine della restituzione dell’articolo. Altresì non ha effettuato un rimborso completo senza richiedere il reso del prodotto. Amazon tutela in maniera compiuta i propri utenti, tanto che permettere loro di reclamare anche nel caso in cui avessero dovuto sostenere costi aggiuntivi rispetto a quelli indicati al momento dell’ordine; un esempio sul punto sono i costi di dogana per una spedizione diretta a un paese UE, senza che il venditore non li abbia rimborsati. Tuttavia è bene tenere sempre a mente che per effettuare un reclamo bisogna aver accettato il pacco al momento della consegna.

Come risolvere una controversia online con Amazon

È logico che non sempre il reclamo vada a buon fine e dunque, Amazon ha deciso di istituire una piattaforma online per la risoluzione delle controversie. Vediamo insieme di cosa si tratta. La funzione principale della piattaforma ODR (Online Dispute Resolution) è sicuramente quella di aiutare consumatori nonché i commercianti a poter risolvere le proprie controversie in via stragiudiziale, questa si trova sul sito web ufficiale gestito dalla Commissione Europea. Questa piattaforma serve soprattutto a reclamare nel caso in cui il reclamo, secondo noi, non sia stato gestito in ossequio alle procedure indicate da Amazon, e dunque soddisfacente. Prima di effettuare un reclamo ODR Amazon ritiene opportuno provare a risolvere i problemi, ma nel caso in cui non avessimo intenzione di comunicare ancora con Amon possiamo seguire la procedura ivi indicata.

Presentare un reclamo all’ODR

Se si desidera in ogni caso esporre reclamo con la piattaforma ODR avverso un ordine effettuato su Amazon.it, basterà:

– inserire l’indirizzo e-mail odr-eu@amazon.com nella sezione “Indirizzo e-mail del commerciante” del modulo di reclamo nella piattaforma ODR

Si ricorda che l’indirizzo e-mail odr-eu@amazon.com è dedicato solo ed esclusivamente all’inoltro di reclami sulla piattaforma ODR relativi a ordini effettuati su Amazon.it.

 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: