Come navigare in sicurezza in rete con Google 

 

È possibile, nonostante i pedissequi controlli che Google si propone di operare nei confronti dei suoi prodotti, a tutela degli utenti, che questi ultimi incorrano in contenuti che violino le norme di legge nonché quelle sui prodotti Google.

Invero, se su un prodotto Google riscontriamo link o contenuti che violino la legge ovvero i nostri diritti possiamo, ed abbiamo il dovere di farlo presente immediatamente a Google. 

Farlo presente a Google vuol dire segnalare il contenuto illegale, o presunto tale, al motore di ricerca affinché lo stesso possa muoversi in relazione alla rimozione del contenuto dal web.

La richiesta di rimozione dei contenuti illegali proposta a Google

Prima di inviare la segnalazione, è opportuno individuare a quale prodotto vuole farsi riferimento e Google permette di selezionarne una tra queste opzioni:

-Ricerca Google

– Blogger/Blogspot

– Google Maps e prodotti correlati

– Google Play: App

– YouTube

– Google Immagini

– Un annuncio Google

– Drive e Documenti

– Google Photos and Picasa Web Albums

– Google Shopping

Una volta inoltrata la richiesta, Google esaminerà il materiale e valuterà se bloccarlo, limitarlo o anche rimuoverne l’accesso. Comportamenti quali phishing, violenza o contenuti espliciti possono anche violare le norme sui prodotti Google ed essere idonei alla rimozione dal web. Ancora, selezionato il prodotto di Google cui vogliamo segnalare, il motore di ricerca inoltrerà un avviso all’utente ricordando che la propria priorità è quella di fornire gli strumenti più consoni possibili al fine di garantire una sempre ottimale tutela della privacy nonché la sicurezza, essendo questi due aspetti di fondamentale importanza per chi naviga sul web.

Google ha una grande responsabilità: la nostra Privacy

In sostanza, quando usiamo qualsiasi servizio di Google, affidiamo allo stesso i nostri dati personali e Google, ne riconosce la responsabilità che questo comporta nelle proprie mani digitali. Un esempio della consapevolezza che Google ha nei confronti delle nostre informazioni personali è quella derivante dalla sezione recante norme sulla privacy di Google , la quale permette di comprendere nel dettaglio quali sono i dati che vengono raccolti dal motore di ricerca, perché vengono trattenuti ma, in particolar modo, come questi possono essere aggiornate, gestite, esportate ed eliminate le nostre informazioni personali, insomma, come di fatti i nostri dati personali vengono gestiti da Google, che, in questo senso diviene Responsabile del trattamento sui dati personali.

La navigazione in sicurezza

Un altro strumento che è capace di farci ottenere il controllo dei dati personali ed una navigazione in rete all’insegna della sicurezza riguarda proprio la sezione dedicata al Centro sicurezza, qui Google spiega in che modo veniamo tutelati, e soprattutto come viene garantito il nostro dispositivo elettronico dai crimini informatici.

L’impegno di Google per garantire la sicurezza agli utenti

Nell’ambito dell’impegno di Google per assicurare la trasparenza, viene inviata una copia di ogni notifica legale ricevuta dal motore di ricerca potrebbe essere inviata al progetto Lumen per la pubblicazione. Brevemente, il progetto Lumen è un progetto indipendente gestito dal Berkman Klein Center for Internet & Society della Harvard Law School. Questo comporta l’inizializzazione di un database che è capace di ospitare milioni di richieste di cancellazione di contenuti lesivi, o anche illegali, sotto forma di link, immagini etc., ancorché condivisi volontariamente. I dati vengono raccolti tramite la collaborazione con varie aziende, tra cui, appunto, Google. Lo scopo del progetto è quello di agevolare le ricerche accademiche relative alla disponibilità di contenuti online. In ogni caso, si vuole qui specificare che Lumen oscura tutte le informazioni personali di contatto del mittente come il numero di telefono, l’email o l’indirizzo.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: