Come segnalare un profilo Instagram hackerato alla Polizia Postale

Rubare il profilo di un’altra persona e recuperarne la password in modo illecito o forzato integra il reato di accesso abusivo a sistema informatico ai sensi dell’art. 615 Cod. Pen. nonché violazione della corrispondenza ex 616 Cod. Pen. e della privacy.

Le disposizioni normative sul reato di accesso abusivo a sistema informatico

La segretezza della corrispondenza e la tutela della privacy o di ogni altra forma di comunicazione, quale diritto umano inviolabile, è garantito a livello costituzione all’art. 15 Cost. che recita: “la libertà e la segretezza della corrispondenza e di ogni altra forma di comunicazione sono inviolabili. La loro limitazione può avvenire soltanto per atto motivato dell’Autorità Giudiziaria con le garanzie stabilite dalla legge”. Le disposizioni normative previste contro l’hackeraggio si applicano, ovviamente e soprattutto, anche su tutti i Social Network, quali Instagram, Facebook, Twitter, che costituiscono certamente il punto di arrivo dell’evoluzione generazionale in termini proprio di rete sociale e comunicazione. Laddove fossimo vittima di un Hacker che, ad esempio, abbia rubato il nostro profilo Instagram, bisogna seguire attentamente diversi passaggi: innanzitutto da questa sezione è possibile accedere a due distinte procedure a seconda che si abbia ancora o meno l’accesso all’account. Entrambe le procedure consentono in ogni caso di effettuare una denuncia al Centro Assistenza di Instagram che dopo una rapida istruttoria darà prontamente una risposta.

Cosa fare in caso di hackeraggio

Contestualmente alla procedura di cui sopra è possibile sporgere denuncia anche presso la Polizia Postale ma è opportuno tener presente di adottare le opportune cautele per prevenire la possibilità che i nostri profili siano hackerati:

-Cambiare spesso password;

-Avere password diverse per diversi account;

-Inserire nella shot bio una mail di contatto diversa da quella utilizzata per aprire l’account;

-Inserire l’autenticazione forte a due fattori;

-Fare attenzioni alle mail di phishing.

L’attività degli Hacker per sua natura è imprevedibile e gli attacchi possono arrivare sotto varie forme anche sotto forma del ricatto; ad esempio possiamo ricevere una mail dove ci dicono di aver hackerato il nostro profilo social e che l’unico modo che abbiamo per evitare la sua cancellazione è quello di effettuare una ricarica postale su di un conto entro 10/15 minuti. 

Ovviamente non bisogna cedere al ricatto e denunciare immediatamente l’accaduto sia al Social che alla Polizia Postale per i dovuti accertamenti.

Gli account più “appetibili” per gli hacker sono certamente quelli dei c.d. “influencer” in quanto i titolari di ciascuno di essi, avendo un interesse personale ed economico maggiore rispetto ai profili “comuni” è chiaro che saranno più invogliati ad effettuare il pagamento sotto minaccia della sua cancellazione definitiva ma non si esclude che, ad ogni modo, possa accadere per tutti.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: