Come segnalare previsioni di ricerca a Google

Il diritto all’oblio è stato per la prima volta portato alla luce dalla sentenza Costeja del 2014 della Corte di Giustizia dell’Unione Europea, o anche meglio conosciuta con il nome di Google Spain. A seguito della pronuncia ivi menzionata, anche conosciuta come il caso Google Spain, è stato chiarito che i motori di ricerca sul web hanno l’obbligo di rimuovere le notizie pregiudizievoli dal web laddove ricorrano le ipotesi previste dal GDPR: ad esempio quando queste risultano essere obsolete o non veritiere ovvero non aggiornate risulta comunque possibile evitare di andare a giudizio e di proporre reclamo al Garante, evitando spese giudiziali, attraverso l’opzione data di contattare direttamente il webmaster, vale a dire il titolare o il gestore di un sito internet ed ha la possibilità di effettuare interventi di modifica, cancellazione o anche aggiornamento degli URL del sito dal quale abbiamo intenzione di rimuovere il contenuto.

Le previsioni del completamento automatico di Google

Il completamento automatico è una funzionalità che Google mette a disposizione il browser Google, che permette nel momento in cui digitiamo una ricerca Google di completare in maniera più veloce le ricerche che iniziamo a digitare. I sistemi di Google sono automatici e generano le previsioni che aiutano le persone a risparmiare del tempo nella digitazione per consentire loro di completare in maniera rapida la ricerca.

Da dove vengono estrapolate le previsioni del completamento?

Le previsioni del completamento automatico riflettono quelle che sono le ricerche reali che abbiamo effettuato in precedenza su Google. Al fine di decidere quali previsioni mostrare, i sistemi di Google creano delle query comuni che corrispondono a tutto quello che un utente inizia a digitare nella barra di digitazione. Analizziamo i caratteri principali delle ricerche

-La lingua della query

-La località da cui proviene una query

-L interesse crescente per una query

-Le ricerche precedenti effettuate dall’utente

Siffatti elementi permettono di completare in maniera automatica di mostrare le previsioni maggiormente pratiche e valide che si rendono relative ad una località o a un particolare momento, un esempio può essere un evento tratto dalle ultime notizie.

Come segnalare una previsione che ci appare su Google

Nonostante il browser Google sia molto attento alla privacy ed alla conformazione alle linee guida, nonché al GDPR ed al codice della privacy, e dunque adotta ogni tipo di misure necessaria atta ad eludere la proposizione di previsioni non appropriate, non sempre ci riesce o è possibile. Per questo motivo, se dovessimo ritenere una previsione non appropriata, Google ci offre la possibilità di segnalare attraverso il metodo che indicheremo di seguito:

-basterà andare su Google dal nostro pc;

-nella barra di ricerca, iniziare a digitare un termine di ricerca;

-individuare la previsione incriminata e fare clic su “Segnala previsioni inappropriate”;

– a questo punto è bene specificare il nostro feedback e premere sul tasto Invia.

Google esaminerà il feed anche se non ha la facoltà di rimuovere in automatico le previsioni segnalate.

 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: