Come riconoscere una truffa su Instagram

Accade spesso che ci si imbatta sui social, come Instagram, Facebook o Twitter, per citare i principali, imbattersi, in comportamenti che minano la reputazione online di un soggetto o che possano in qualche modo compromettere l’immagine dello stesso. Parliamo in questo articolo del noto social media Instagram. Instagram conta più di un milione di utenti attivi, questa popolarità è destinata, al contrario, anche ad attirare i criminali informatici. Analizziamo le varie problematiche a cui possiamo incorrere su Instagram.

Il Phishing

Il phishing è una tecnica illecita che usata per appropriarsi delle informazioni personali di un soggetto a o anche di un’azienda, ad esempio username e password, codici quali il PIN del cellulare, o, ancora, nei casi di maggior gravità numeri di conto corrente, dati del bancomat e della carta di credito, e così via, al fine di commettere operazioni fraudolente e non legali. In merito a questi ultimi attacchi segnaliamo la nostra recente guida su come proteggersi dagli attacchi al conto corrente. Una strategia che molto spesso funziona è proprio quella di inviare massivamente email o messaggi, in questo caso nei DM che possono creare allarmismi ed urgenza, ad esempio, come di fatto accade, sostenendo che qualcuno non autorizzato potrebbe aver effettuato l’accesso al nostro account. Una volta aperto il messaggio possiamo trovare un falso link per la falsa reimpostazione della nostra password che, presumibilmente sarebbe stata violata. Ebbene, mai aprire questo link poiché una volta cliccato, ci condurrà ad una pagina di accesso fasulla proprio del social che stiamo utilizzando, in questo caso Instagram e così i truffatori avranno raccolto le nostre credenziali e si consentirà agli stessi di accedere, facilmente, al nostro account.

Account clonati

Altra spina nel fianco per gli utenti di IG sono gli account che vengono clonati. La truffa in questione non è solo limitata agli account di persone famose o pubbliche, altresì i cyber criminali possono clonare molto facilmente anche gli account degli utenti di Instagram c.d. normali. In questo caso viene in rilievo l’impersonificazione illegittima del proprietario dell’account, dopo aver fatto ciò i truffatori provvederanno a contattare amici e followers, sempre inviando i link di cui sopra. Lo dice anche l’esperto della sicurezza ESET Jake Moore il quale ha condotto un esperimento in cui ha dimostrasto la super fattibilità della truffa clonando il proprio account. Il modo più rapido per verificare se si è stati vittima di una clonazione di account social è quello di raggiungere gli amici tramite un metodo alternativo, chiamandoli e dunque avvisandoli della truffa. 

La falsa spunta blu

Il badge di verifica, impone di avere una certa affidabilità alle pagine, poichè certifica l’autenticità di account famosi. Avere il badge di verifica apre anche le porte a varie opportunità sui social, come ad esempio la monetizzazione dei contenuti rispetto ad accordi di sponsorizzazione con vari brand. La truffa consiste: nel contatto da parte del truffatore il quale, attraverso un messaggio in DM, ci offrirà la verifica a pagamento. Dunque, mai credere che la verifica possa essere ottenuta al di fuori delle procedure legali di Instagram o del social stesso. Dunque ciò che dobbiamo comprendere è quello diffidare sempre dalle e-mail non richieste e di segnalare sempre i comportamenti che riteniamo fuori luogo.

 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: